Home Presentazioni prodotto Lente Anamorfica Sirui 50mm / F 1.8

Lente Anamorfica Sirui 50mm / F 1.8

0
lente-anamorfica-sirui

Finalmente è arrivata! Prima di vedere la nuova lente anamorfica Sirui 50mm, controlliamo velocemente il contenuto della confezione

Cosa contiene la scatola della nuova lente anamorfica?

  • Manuale di istruzioni
  • Lente chiusa e sigillata con tanto di protezione anti-umidità

Andando ad aprire la lente Sirui 50mm cosa possiamo notare?

La lente appare molto solida e la struttura è in materiale metallico.

I movimenti sono particolarmente fluidi sia del diaframma (che non è a scatti e va da 1.8 fino a 16), sia della messa a fuoco che va da 85 cm fino all’infinito.

In questo caso la baionetta che ci è stata fornita è la baionetta Sony, arriveranno a Febbraio 3 baionette diverse quindi gli attacchi:

  • Sony E
  • Fuji X
  • Micro 4/3

Che caratteristiche possiamo notare di questa lente?

Guardando nel libretto di istruzioni troviamo un’interessante scheda tecnica in cui possiamo vedere alcuni parametri come:

  • Struttura delle lenti è di 11 elementi in 8 gruppi
  • 10 Lamelle del diaframma
  • Formato APS-C
lente-anamorfica-sirui-50mm-caratteristiche
  • Peso della lente è di circa 560 grammi
  • Diametro lenti di 67 millimetri
  • Fuoco manuale
  • Fattore anamorfico 1.33

1.33 vuol dire che il filmato che noi andiamo a salvare in 16:9 o 17:9, dovremo andarlo a tirare in larghezza 1.33.

Il che ci porterà ad avere un rapporto di forma tipicamente cinematografico, cioè 2,35:1 o 2,40:1.

Questo ci permette di andare a creare quelle famose bande che vediamo sopra e sotto nei film cinematografici quando li vediamo in una TV di casa.

Avremo quindi il grosso vantaggio di avere un rapporto già tagliato, senza aver la necessità di aggiungere delle bande laterali e sopra e sotto in fase di ripresa.

Perchè le lenti anamorfiche? Facciamo un po’ di premessa storica

In ambito cinematografico, questa tipologia di lente è stata inserita già dagli anni ’20, e si è sviluppata negli anni ’50 con il CinemaScope.

Panavision lo ha sviluppato ulteriormente, per dare la possibilità alle sale cinematografiche di dare quel valore aggiunto rispetto alla visione del filmato tramite una normale TV.

Questo formato veniva registrato su pellicole cinematografiche (analogiche) con una lente davanti che andasse ad aprire lateralmente per dare una visione allargata e quindi più panoramica.

Una visione di questo tipo va a coprire quello che è circa l’angolo di visione diagonale dell’occhio umano, in modo da creare un effetto più particolare.

Quali altre caratteristiche può avere una lente anamorfica? Parliamo adesso del flare

Il flare delle lenti anamorfiche va a generare un bagliore diffuso blu, mediamente bluastro, orizzontale.

flare-lenti-anamorfiche
Il flare generato da una lente anamorfica

Quindi, quando nelle riprese cinematografiche noterete delle luci con una tintura lievemente blu con un bagliore solo orizzontale, saprete che questo è generato dalle lenti anamorfiche.

Un’altra particolarità è la possibilità di ottenere uno sfuocato con un effetto lievemente ovale, e non più con effetto circolare.

Se Sirui sviluppasse una lente anamorfica con una lunghezza focale inferiore al 40 mm potremmo notare anche una profondità di campo non più perpendicolare, ma lievemente cilindrica (anche questa viene notata molto su lenti cinematografiche).

Faremo testare dai nostri professionisti anche il discorso del Focus breathing

Una particolarità delle lenti cinematografiche è quella di avere un Focus breathing ridotto, essendo appunto una lente fissa.

Il termine tradotto in italiano è “respiro di fuoco“, ed indica quella differenza di angolo di visione diagonale che capita quando cambiamo la messa a fuoco.

In questo caso, con la lente anamorfica Sirui 50mm F 1.8, Sirui ci ha garantito che il Focus breathing è ridotto; vedremo poi con i test nel campo per darvi quello che succede nell’atto pratico.

Il prodotto avrà un costo al pubblico di 700€ e arriverà in Italia con i primi sample attorno a metà Febbraio/ inizio Marzo.

Se sei interessato ad un test sul campo della lente anamorfica, non perderti questo articolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here