Home Recensioni Giudizi sul campo Viltrox 24mm F1.8: La mia esperienza d’uso

Viltrox 24mm F1.8: La mia esperienza d’uso

969
0
Viltrox-24mm-F1.8

Salve a tutti gli amici di Universo Foto, io sono Luigi Irace, fotografo professionista sull’Isola d’Ischia, e in questo mio primo articolo voglio raccontarvi le mie esperienze d’uso pratico dell’obiettivo Viltrox 24 mm 1.8 AF con attacco Nikon Z.

Ma prima faccio alcune premesse generali su questo tipo di ottica.

Un’ottica fissa così, a mio parere, è molto polarizzante: o la ami o la odi!

Mi spiego meglio: c’è chi ritiene 24mm la focale ideale per la street photography o per l’environmental portrait, e per alcuni tipi di fotografia reportage (wink wink fotografi di matrimonio ed eventi, come nel mio caso) ma c’è anche chi, invece, pensa che sia una focale priva di personalità e troppo, troppo larga.

Per quello che riguarda il diaframma, invece, f/1.8 ormai è il nuovo standard per le ottiche fisse mirrorless di un certo calibro.

Anche se questa è un’ottica third-party, per il prezzo di circa 430 euro (a maggio 2024, data in cui sto scrivendo queste poche righe), comunque uno un po’ di prestazioni serie se le aspetta.

Viltrox-24mm-F1.8-Luigi-Irace

Per avere un altro parametro di valutazione, l’ottica originale Nikkor Z 24 mm 1.8 S-line (ovvero la linea top), costa circa 3 volte questo prezzo a listino.

Viltrox 24mm F1.8: La mia esperienza d’uso

Prima di decidere di acquistare quest’ottica, mi sono chiesto, avrà ⅓ delle prestazioni se costa ⅓ del prezzo?

Veniamo al dunque, delle mie impressioni più nude e crude su quest’obiettivo Viltrox.

Fotografia-di-ritratto-Viltrox-per-Nikon-Luigi-Irace

Appena aperta la scatola, con le solite manualistiche, garanzia, paraluce a petalo e un piccolo sacchettino di stoffa, l’impatto che si ha è comunque quello di un prodotto ben curato, in metallo, dalle dimensioni relativamente compatte ma pesante, affidabile.

La maggior parte degli scatti li ho effettuati sulla mia ultima arrivata Nikon ZF, e devo dire che anche l’impatto estetico dell’ottica montata su un corpo retrò mi ha lasciato sorpreso in positivo!

Bella da vedere oltre che da usare.

I comandi dell’obiettivo sono spartani, abbiamo una ghiera per il manual focus override (personalizzabile dalle impostazioni della fotocamera) e una ghiera per l’apertura del diaframma (con tutti gli f-stop tra 1.8 e 16, più una posizione A dove si lascia regolare questo parametro dalle ghiere della fotocamera).

Vicino alla baionetta Z, anch’essa tutta in metallo, fa capolino una porta usb-c che ci permetterà di aggiornare rapidamente il firmware dell’obiettivo.

Qui trovi una guida passo passo per eseguire l’aggiornamento firmware dei tuoi obiettivi Viltrox.

Black-and-White-Portrait-Luigi-Irace-Viltrox-24mm-F1.8

A chi intende comprarlo per farci reportage in situazioni climatiche particolari, va detto che non è tropicalizzata (ma a questo prezzo uno se lo aspetta pure).

Una volta montato sulla Zf, con serenità si possono utilizzare tutte le modalità AF più recenti, compresa la AF-C 3D che è la mia preferita per i ritratti, che segue l’occhio del soggetto (o un oggetto a nostro piacimento), e naturalmente è supportata anche la stabilizzazione IBIS sul sensore.

Ho voluto fare una sessione fotografica di test con una modella in giro per Ischia (trovate anche un breve reel sui profili Social di Universofoto e Viltrox Italia), portandomi solo quest’ottica e imponendomi di scattare solo ed esclusivamente con il diaframma aperto a 1.8.

Che poi, parlandoci chiaramente, è il motivo primario per cui uno dovrebbe acquistare questa ottica.

Sarò breve, non ho avuto il piacere di provare il 24 Nikkor S-line, quindi non ho termini di paragone in tal senso, ma posso dire che a questo Viltrox non mancano per nulla gli attributi!

Shooting-Luigi-Irace-fotografia-di-ritratto-con-modella_1

Nitido a 1.8 su gran parte del fotogramma, mi ha sempre evidenziato le ciglia della modella senza problemi e l’ha seguita nei suoi movimenti senza esitare e senza mai fare focus hunting.

Il bokeh negli scatti ravvicinati è piacevole e ricorda molto quello di ottiche più blasonate.

Come lati “negativi” forse la resa cromatica è leggerissimamente sul freddo e dà un po’ più di contrasto “aggressivo” rispetto alle altre ottiche che possiedo, ma nulla che non si possa correggere in Camera Raw o Lightroom!

Conclusioni:

In conclusione, consiglio quest’ottica a chi come me non può, o non vuole, spendere i soldi del Nikkor Z 24 S-Line, ed è interessato a: scatti lifestyle, street, environmental portraiture, contenuti per social network, e anche tutte quelle situazioni low light dove serve una marcia in più perché la luce è poca.


Se sei interessato all’acquisto del Viltrox 24mm F/1.8 dai uno sguardo ai nostri partner autorizzati!


DOVE COMPRARE:

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui