Scegliere la testa a sfera – Consigli sugli accessori per treppiede

SCEGLIERE-LA-TESTA-A-SFERA-PER-IL-PROPRIO-TREPPIEDE

Come scegliere la testa a sfera per i treppiedi? Ve ne voglio parlare proprio oggi in questo articolo!

Personalmente reputo le Teste a Sfera, per la fotografia di paesaggio, uno degli strumenti più:

  • Utili
  • Versatili
  • Resistenti

Dopo avervi spiegato quindi come scegliere il treppiede giusto per questo tipo di fotografia, passiamo ad uno dei suoi accessori fondamentali.

Nel mondo degli accessori fotografici, e più specificatamente nel mondo dei treppiedi e delle teste per treppiedi, spesso notiamo una vasta scelta di prodotti, brand, caratteristiche e tipologie.

Come scegliere la testa a sfera più adatta?

scegliere-la-testa-a-sfera

La prima cosa da prendere in considerazione per la scelta di una testa a sfera è quanto peso deve sostenere

Consiglio di fare un calcolo prendendo in esame il peso della fotocamera, con la lente più pesante del corredo fotografico e i possibili filtri.

Una volta valutato il peso, bisogna pensare al modello.

La maggior parte delle teste a sfera hanno una sola manopola per la regolazione del movimento circolare e una manopola per la regolazione della rotazione.

Ci sono inoltre poi modelli con una manopola di frizione, in aggiunta alle due manopole precedenti, oppure con la frizione integrata nella manopola principale di regolazione del movimento.

A seconda del genere fotografico che pratichiamo bisogna fare molta attenzione a questi due ultimi fattori. 

Infatti la frizione integrata alla manopola principale di regolazione è molto piccola e si può regolare solo con l’utilizzo del polpastrello delle dita o con una moneta/chiave.

Se stiamo utilizzando dei guanti, risulta quasi impossibile poterla regolare; ecco che quindi in questo caso conviene acquistare una Testa con una manopola predisposta esclusivamente per la frizione.

A mio avviso è consigliabile avere una testa a sfera di medie dimensioni

Una testa che riesce a reggere il peso dell’attrezzatura fotografica e che riesca soprattutto a reggere il peso di fotocamera e obiettivo anche in verticale.

Infatti, altro fattore molto importante è scegliere una testa che riesce a rimanere immobile anche se posizionata verticalmente. 

Presi in considerazione tutti questi fattori, sarà una passeggiata realizzare le fotografie che vogliamo senza preoccuparci che la fotocamera si muova di qualche millimetro.


Torna all’indice della rubrica sulla fotografia naturalistica!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui