Home Pillole di fotografia Food Photography Fotografia con alti ISO – L’ISO nella Food Photography

Fotografia con alti ISO – L’ISO nella Food Photography

ev-iso-food-photography

Eccoci con il primo articolo, dopo la recente presentazione, della nostra nuova rubrica sulla Food Photography di UniversoFoto.

In questo argomento voglio affrontare con te una delle tematiche più pungenti della fotografia.

Forse qualcuno potrebbe storcere il naso… ma come si dice

La fotografia è l’espressione di tecniche e usi personali

Quando si realizza un servizio fotografico all’interno di una cucina non è sempre possibile avere con sé delle luci artificiali che possano illuminare la scena.

Allo stesso tempo avere un flash può risultare fastidioso al personale del ristorante perché effettivamente anche loro stanno lavorando e, fidatevi, non tutti apprezzano una luce improvvisa quando bisogna effettuare un servizio.

Inoltre, non tutte le cucine dei ristoranti sono abbastanza grandi per poter montare luci come softbox e pannelli vari, c’è il via vai del personale di sala che ovviamente non deve inciampare sugli stativi, sulle spine, prolunghe e così via…

cucina-food-photography-fotografia-di-cibo

Questo può far capire che realizzare delle fotografie all’interno delle cucine può davvero diventare un’impresa.

Una luce fissa non andrà mai ad illuminare tutto l’ambiente e non avrai modo di spostarla a destra o a sinistra dicendo al personale di aspettare che tu sia pronto.

Quindi in queste occasioni cosa si può fare?

La soluzione migliore in food photography è sicuramente quella di lavorare con alti ISO.

Certo, molti potranno pensare che lavorando ad alti ISO la qualità si andrà a perdere, non ci saranno quella nitidezza e qualità che permettono di avere un buon file…

però effettivamente nelle fotografie dinamiche bisogna scendere a dei compromessi.

fotografare-con-alti-iso-food-photography

Anche se la presenza dell’ISO sarà evidente, può essere utile per creare un
proprio stile personale.

Certamente una lente con un’apertura importante come F1.8 o anche F2.8 può fare la differenza e permettere di lavorare con ISO non troppo elevati, ma se hai una lente che non si apre oltre F4 allora sei obbligato ad aumentare la sensibilità.

La cosa importante ovviamente rimane quella di non scendere con lenti troppo lenti, perché sennò otterrai solo del mosso e non potrai catturare attimi importanti all’interno della cucina.


Cosa ne pensi di questo articolo sull’ISO nella Food Photography? Diccelo nei commenti!

Articolo precedenteNanlite Pavobulb 10C: ottieni un’atmosfera perfetta con la nuova lampadina led!
Articolo successivoCanon EOS R5 C: Approfondimento delle caratteristiche con Franco Palleni, Product Specialist di Canon

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui