Home Eventi Intervista agli organizzatori di UCOP: Domenico Addotta e Marco Cimorosi

Intervista agli organizzatori di UCOP: Domenico Addotta e Marco Cimorosi

8
0
UCOP intervista agli organizzatori

Noi di Universo Foto siamo partner di UCOP dall’edizione precedente, che risale ormai al 2019 dato che, causa Covid, la manifestazione è stata sospesa per due anni.

Siamo quindi in compagnia di Domenico Addotta e Marco Cimorosi, i due organizzatori dell’evento, per raccontarvi di questo evento e darvi qualche anticipazione sulla prossima edizione.

Domenico – Inizio ringraziando Universo Foto per aver rinnovato la loro fiducia per UCOP e voglio ringraziare il mio caro amico Marco Cimorosi.

Lo ringrazio non soltanto per il lavoro tecnico svolto ma anche per aver dato la possibilità di sfruttare questa struttura che è di proprietà dei fratelli Cimorosi.

Qui, all’Hotel Bellavista di Roseto degli Abruzzi, è stato possibile realizzare una mostra con oltre 700 opere, introducendo per la prima volta anche la pittura.

Marco – Si, diciamo che è un discorso che vorremmo portare avanti e magari, perché no, ampliarlo.

Lo ritengo una giusta continuazione, passare dalla pittura alla fotografia, e quindi ci impegneremo per dare risalto anche a quest’altra espressione artistica.

Mirko – Ho apprezzato moltissimo le opere esposte e la ritengo una proposta bellissima.

Parlando di opere, ho avuto l’impressione di vivere un’esperienza lunga il doppio rispetto all’edizione precedente di UCOP, mi sbaglio?

Domenico – No, non sbagli; siamo passati da uno spazio espositivo di quasi 400 foto all’attuale composto da oltre 700 opere.

Non solo: abbiamo deciso di ampliare l’offerta di Workshop e seminari allungando la durata dell’evento a quattro giorni.

Questo ci ha consentito di realizzare oltre 23 diverse tipologie di attività andando ad abbracciare sostanzialmente tutte le tecniche ed i diversi generi di fotografia.

Tutto ciò è possibile soltanto grazie ad un profondo spirito di amicizia che lega noi organizzatori con tutti i partner ed i relatori che hanno contribuito a rendere speciale questa manifestazione.

Mostre fotografiche Festival Nazionale della Fotografia

Mirko – Penso sia l’unico evento di caratura nazionale in cui si parli di fotografia a 360°.

Domenico – Noi ormai abbiamo definito UCOP come il Festival Nazionale della Fotografia.

Con la nostra formula consentiamo ai partecipanti non soltanto di godere a pieno del bellissimo territorio di Roseto degli Abruzzi, ma anche di:

  • Imparare o approfondire numerose tecniche e tematiche
  • Confrontarsi con professionisti, appassionati e chiunque condivida questa passione
  • Scoprire e testare tantissimi prodotti grazie ai Touch & Try

Inoltre abbiamo ospitato la mostra della rivista “Oasis”, che ringraziamo, e l’esposizione di Saro di Bartolo e Simon Lister della Besherat Arts Foundation.

Tante anche le mostre personali di vari autori e di collettive che spaziavano su tantissimi generi fotografici ed infine il concorso fotografico “Urbana” con protagonista la Street Photography.

Mostra fotografica UCOP

Abbiamo avuto partnership con varie aziende per rendere ancora più immersiva l’esperienza come ad esempio: Canon Italia, Simon Service per la vendita di prodotti ed accessori, TrimLine con la fornitura di vari servizi come la stampa sul posto di foto, magari scattate durante i vari workshop.

Chiaramente le difficoltà non sono mancate ma ripartire dopo questi anni così duri ci ha dato una forza ed una determinazione ancora maggiore.

Il senso di rinascita, di liberazione, provati e condivisi con tutti i partecipanti ci ha ripagato di tutti gli sforzi fatti finora.

Ci auguriamo che l’anno prossimo il numero dei partecipanti sia ancora più numeroso, perché “più siamo e meglio stiamo”.

Mirko – Ecco, hai parlato di prossima edizione, hai già idee su UCOP 2023?

Domenico – Noi stiamo già facendo dei progetti, Marco per prima cosa deve ampliare l’hotel abbattendo il palazzo qui a fianco.

Scherzi a parte, dobbiamo fare le nostre valutazioni.

Probabilmente durerà ancora 4 giorni ma con uno spazio espositivo ulteriormente ampliato andando ad abbracciare altri settori dell’arte.

Marco – Esatto, cercheremo di rafforzare la presenza della pittura e di inserire anche altre tipologie di espressione artistica.

Più di così non possiamo sbilanciarci.


Continua a seguirci per rimanere aggiornato sui prossimi eventi!

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui