Home Giudizi sul campo Fotografia d’avventura: Backstage di un cortometraggio ad alta quota – Hotel...

Fotografia d’avventura: Backstage di un cortometraggio ad alta quota – Hotel Supramonte

0
fotografia-hotel-supramonte

Oggi vi voglio parlare di una mia recente esperienza per quanto riguarda la fotografia e il video di avventura.

hotel-supramonte-aleksandra-taistra

Circa tre settimane fa sono stato ingaggiato per la registrazione di un film di arrampicata sull’Hotel Supramonte (qua il comunicato, da dove puoi raggiungere anche il video teaser della spedizione).

Hotel Supramonte è una via di 450 metri nella Gola del Gorropu, un canyon fantastico conosciuto come uno dei canyon più belli d’Europa.

Per gli appassionati di arrampicata parliamo di una delle vie d’arrampicata più dure di tutta la Sardegna.

L’arrampicatrice in questione gestione è Aleksandra Taistra, una delle più forti al mondo, ma tutto questo te l’ho già raccontato nell’articolo precedente.

Prepararsi a realizzare video o fotografia di avventura

Come potete immaginare una spedizione di tale calibro neccessita fondamentalmente di 3 cose:

  • Leggerezza
  • Robustezza
  • Praticità

E  sinceramente, in questi 2 prodotti ho trovato tutto quello di cui  avevo bisogno.

Vorrei intanto precisare una cosa: noi fotografi e videografi siamo degli storyteller e non tecnici dell’attrezzatura

Fotografia significa soprattutto raccontare una storia e una storia la raccontiamo quando siamo presenti al 100% nel momento presente.

Questo significa che attrezzature pesanti e ingombranti limitano molto la nostra creatività.

Dobbiamo essere pratici e veloci, per non perdere neanche un attimo di ciò che ci circonda.

Come potete immaginare, una spedizione del genere è un susseguirsi di azioni e di momenti che vanno assolutamente registrati o fotografati.

Con questi 2 prodotti qua, delle marche Zhiyun e Sirui, mi sono trovato benissimo proprio perchè sono leggeri, compatti, pratici, ma soprattutto veloci.

Quando siamo sul campo spesso non abbiamo il tempo di capire come impostare o selezionare il menù ecc.

Dobbiamo essere presenti al 100% nell’azione che accade intorno a noi.

Per quanto riguarda lo Zhiyun Crane 2 mi sono trovato benissimo

stabilizzatore-gimbal-zhiyun-crane2

Parliamo di uno stabilizzatore fluido e molto preciso.

Ovviamente si sta parlando di un lavoro con fotocamere leggere o di medio formato, non dobbiamo mai esagerare e abbondare con il peso ottica-camera.

Oltre ciò la marca Zhiyun ci mette a disposizione il follow focus system, che semplicemente ci aiuta a controllare i fuochi direttamente dal nostro Zhiyun.

Una macchina eccezionale!

Poi ho avuto la possibilità di testare un Waterproof in carbonio della Sirui: Cosa dire?

Leggerissimo e molto stabile con camere di un determinato peso.

Non possiamo pensare di montarci una focale di un 100-400 o oltre perché il cavalletto, appena muoviamo la macchina fotografica inizia a tremare.

Quindi fin quando riusciamo a stare su una lunghezza focale di 70-200 il cavalletto è perfetto, leggero, compatto e resistente e soprattutto molto veloce.

Mi ha colpito molto il sistema di apertura delle gambe del treppiede: con mezzo scatto si riesce subito ad aprire la gamba.

Ho utilizzato anche la testa VH 10 della Sirui

Parliamo di una testa molto fluida, dinamica e precisa fin quando utilizziamo camere leggere.

Il materiale è piacevole e ben solido.

francesco-pierini-fotografia-avventura

Per questo cortometraggio nella Gola del Gorropu ho utilizzato fotocamere Sony

Quindi ho utilizzato Mirrorless, principalmente A7 S e A7 iii con ottiche che variavano da un 16 35 fino a un 100 400.

Il 100-400 su questa risulta molto stabile perché questo tripod.

Questo treppiede è stato studiato per chi viaggia e per chi si trova in situazioni in cui non può portarsi un peso troppo eccessivo.

Alla prossima avventura!

Ciao a tutti ragazzi! Mi chiamo Francesco Pierini e sono un fotografo di viaggio, avventura e di sport estremi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here