Prova sul campo per il Godox Ad1200pro: Pregi e difetti

Prova sul campo Godox AD1200pro

È arrivato il momento di mettere alla prova sul campo il Godox AD1200pro.

Dopo aver analizzato il menù e la composizione di questo flash qui, adesso andiamo a provarlo sul campo con una modella.

In particolare lo andremo a provare all’esterno, in una situazione complessa per un flash visto le condizioni di controluce o di forte contrasto.

Prima di partire con la prova sul campo ricapitoliamo velocemente le caratteristiche principali:

  • Potenza di 1.200 watt
  • Numero guida veramente incredibile di 124
  • Tempo di ricarica di due secondi a piena potenza
  • Batteria da 1.200 milliampere che si ricarica in due ore e mezzo tre
  • Lampada pilota da 40 watt

Per questo test abbiamo abbinato il Godox AD1200 pro ad un octobox da 80 cm sempre a marchio Godox di grandi dimensioni ma facilmente ripiegabile e trasportabile.

L’attrezzatura utilizzata per provare il flash è stata:

  • X-T3 Fujifilm
  • X-H1 Fujifilm
  • Due trigger Godox x-pro per Fujifilm
  • Softbox Godox

Qua trovate il momento di prova sul campo il Godox AD1200pro:

Una volta provato questo flash per quanto inusuale il rapporto trasportabilità potenza è uno delle caratteristiche più interessanti che si palesano.

Infatti pur essendo potentissimo è trasportabile senza troppi problemi, anche se le batterie sono di dimensioni non piccolissime.

Avere un Flash con questa potenza evita anche il problema di avere il softbox nell’inquadratura, infatti è possibile mantenere distanze maggiori.

Inoltre avere tanta potenza nativa con un numero guida importante permette di mantere il flash anche più distante e soprattutto lavorare a diaframma aperti avere uno sfocato molto piacevole.

Chiaramente in una situazione come quella odierna i lavorando in a high speed a diaframma aperto con una forte luce ambiente e flash una certa distanza i tempi di ricarica non ero rapidissimi.

Altrimenti comunque i tempi di ricarica sono estremamente rapidi arriva fino a 1/8millesimo di secondo.

Comodissimo anche il comando tutto da remoto.

Lo abbiamo utilizzato anche per un matrimonio e si è rivelato un prodotto che può fare la differenza, anche grazie alla luce pilota a 40 watt dimmerabili che può essere utilizzata per qualsiasi dal taglio della torta o magari dei ritratti particolari degli invitati.

La durata della batteria è incredibile, oggi abbiamo lavorato molto a diaframmi chiusi spingendo con il numero di frequenza facendo tanti scatti un 25% della batteria.

La conclusione è che è molto comodo avere un flash da studio portatile, con attacco bowens quindi grande quantità accessori.

Ci sentiamo di consigliarlo per i matrimonialisti, per i fotografi di moda e per i ritrattisti.

Diciamo che probabilmente il flash ideale perché unisce tantissime qualità con una trasportabilità che durante l’uso è impagabile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui