Home Pillole di fotografia Sperimentare e realizzare fotografie insolite!

Sperimentare e realizzare fotografie insolite!

0

Prefazione e chiusura a cura di Mirko Poppi

Oggi, durante i soliti 111 km in auto del mattino per raggiungere l’ufficio (potevo trovarlo più vicino l’ufficio mi direte 😊😊😊 ), giusto per far passare il tempo ho chiamato Francesco, per aggiornarmi su future attività del nostro Team.

Parlando di queste future attività (che vi sveleremo prossimamente…) mi è venuta spontanea una domanda:

Francesco, perché i tuoi corsi raggiungono sempre il massimo dei partecipanti, e perché in così poco tempo?

Francesco mi ha semplicemente risposto con un esempio pratico di ciò che succede nelle sue attività, qualcosa che è talmente semplice da crederlo inverosimile…

mi ha parlato di una attività fotografica che genera una certa emozionalità:

Le lunghe esposizioni, e di una caratteristica che dovrebbe rimanere sempre insita nell’animo umano, e ancora di più nel fotografo: lo sperimentare.

Oggi in questa pillola di fotografia vi condivido cosa mi ha detto sullo sperimentare nella fotografia, e di quanto sia semplice e bello.



Sperimentare

E se ti dicessi che questa fotografia è stata realizzata alle ore 21:30 e la luce che vedi dietro le montagne è la luce della Luna?

Esatto è proprio così.

Quello che preferisco fare in fotografia è realizzare fotografie insolite, ad orari anche sbagliati, per poter sperimentare e soprattutto stressare la mia attrezzatura fotografica.

Per conoscerla e soprattutto prepararmi a momenti ben più importanti che potrebbero richiedere una conoscenza approfondita dello strumento fotografico.

In questo caso ho scelto di realizzare questa fotografia perché volevo stressare abbastanza il file della mia Sony A 7III, visto che tra qualche mese dovrò ritornare in Norvegia a caccia di aurore boreali e la fotografia dovrà essere perfetta.

Partendo dal file originale ho semplicemente schiarito le ombre e aumentato il contrasto e alla fine ho ottenuto quello che volevo.

Il bello della Sony A7III è che il recupero delle ombre è davvero qualcosa di eccezionale, non c’è alcun rumore o pixel rovinato.

Possiamo dire che la prova è più che superata.



Se volete saperne di più sui workshop di Francesco che effettua in località veramente uniche e magiche, vi consiglio di visitare le sue pagine per chiedere informazioni, o di commentare questo articolo con le vostre domande o richieste.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here